Descrizione prodotto

La domanda giudiziale è l’atto con cui un soggetto (attore) chiede al Giudice il riconoscimento di un determinato diritto, in relazione al quale è sorta una controversia.
In genere, la domanda giudiziale viene proposta contro un soggetto (convenuto) che l’attore ritiene detenga il diritto ingiustamente.
Gli artt. 2690 e 2691 c.c. elencano le domande giudiziali, relative a beni mobili registrati, che possono essere oggetto di trascrizione nei pubblici registri.
L’elenco sostanzialmente coincide con quello previsto agli artt. 2652 e 2653 c.c. per i beni immobili ad eccezione di quelle casistiche che sono legate alla natura immobiliare del bene.
Il codice civile stabilisce innanzitutto che le domande giudiziali suscettibili di trascrizione sono quelle che hanno ad oggetto i diritti previsti all’art. 2684 c.c., ovvero il diritto di proprietà o il diritto di usufrutto o uso.
In particolare, nell’ambito dell’elencazione contenuta negli artt. 2690 e 2691 c.c. possiamo citare a titolo esemplificativo la trascrizione della domanda giudiziale diretta ad accertare i contratti che trasferiscono la proprietà o costituiscono/modificano il diritto di usufrutto o di uso; ovvero a far dichiarare la nullità o a far pronunciare l’annullamento di atti trascritti o a impugnare la validità della trascrizione; od, ancora, a contestare il fondamento di un acquisto a causa di morte.